Page
  1. 1
    1
  2. 2
    2
  3. 3
    3
  4. 4
    4
  5. 5
    5
  6. 6
    6
  7. 7
    7
  8. 8
    8
  9. 9
    9
  10. 10
    10
  11. 11
    11
  12. 12
    12
  13. 13
    13
  14. 14
    14
  15. 15
    15
  16. 16
    16
  17. 17
    17
  18. 18
    18
  19. 19
    19
  20. 20
    20
  21. 21
    21
  22. 22
    22
  23. 23
    23
  24. 24
    24
  25. 25
    25
  26. 26
    26
  27. 27
    27
  28. 28
    28
  29. 29
    29
  30. 30
    30
  31. 31
    31
  32. 32
    32
  33. 33
    33
  34. 34
    34
  35. 35
    35
  36. 36
    36
  37. 37
    37
  38. 38
    38
  39. 39
    39
  40. 40
    40
  41. 41
    41
  42. 42
    42
  43. 43
    43
  44. 44
    44
  45. 45
    45
  46. 46
    46
  47. 47
    47
  48. 48
    48
  49. 49
    49
  50. 50
    50
  51. 51
    51
  52. 52
    52
  53. 53
    53
  54. 54
    54
  55. 55
    55
  56. 56
    56
  57. 57
    57
  58. 58
    58
  59. 59
    59
  60. 60
    60
  61. 61
    61
  62. 62
    62
  63. 63
    63
  64. 64
    64
  65. 65
    65
  66. 66
    66
  67. 67
    67
  68. 68
    68
  69. 69
    69
  70. 70
    70
  71. 71
    71
  72. 72
    72
  73. 73
    73
  74. 74
    74
  75. 75
    75
  76. 76
    76
  77. 77
    77
  78. 78
    78
  79. 79
    79
  80. 80
    80
  81. 81
    81
  82. 82
    82
  83. 83
    83
  84. 84
    84
  85. 85
    85
  86. 86
    86
  87. 87
    87
  88. 88
    88
  89. 89
    89
  90. 90
    90
  91. 91
    91
  92. 92
    92
  93. 93
    93
  94. 94
    94
  95. 95
    95
  96. 96
    96
  97. 97
    97
  98. 98
    98
  99. 99
    99
  100. 100
    100
  101. 101
    101
  102. 102
    102
  103. 103
    103
  104. 104
    104
  105. 105
    105
  106. 106
    106
  107. 107
    107
  108. 108
    108
  109. 109
    109
  110. 110
    110
  111. 111
    111
  112. 112
    112
  113. 113
    113
  114. 114
    114
  115. 115
    115
  116. 116
    116
  117. 117
    117
  118. 118
    118
  119. 119
    119
  120. 120
    120
  121. 121
    121
  122. 122
    122
  123. 123
    123
  124. 124
    124
  125. 125
    125
  126. 126
    126
  127. 127
    127
  128. 128
    128
  129. 129
    129
  130. 130
    130
  131. 131
    131
  132. 132
    132
  133. 133
    133
  134. 134
    134
  135. 135
    135
  136. 136
    136
  137. 137
    137
  138. 138
    138
  139. 139
    139
  140. 140
    140
  141. 141
    141
  142. 142
    142
  143. 143
    143
  144. 144
    144
  145. 145
    145
  146. 146
    146
  147. 147
    147
  148. 148
    148
  149. 149
    149
  150. 150
    150
  151. 151
    151
  152. 152
    152
  153. 153
    153
  154. 154
    154
  155. 155
    155
  156. 156
    156
  157. 157
    157
  158. 158
    158
  159. 159
    159
  160. 160
    160
  161. 161
    161
  162. 162
    162
  163. 163
    163
  164. 164
    164
  165. 165
    165
  166. 166
    166

Il significato dei principi del processo nella Cost.

Extracts from this essay...

Introduction

Il significato dei principi del processo nella Cost. Non esistono caratteri immutabili e universalmente validi del processo il quale è attualmente retto dai seguenti principi: 1) nessuno può essere giudice se non è sufficientemente distaccato dall'affare che deve trattare 2) non è possibile che il giudice inizi egli stesso il processo 3) deve essere sufficientemente garantita alle parti la possibilità di difendersi 4) il giudice nel risolvere la controversia non si rifà a canoni di valutazione arbitrari ma si riferisce a canoni di valutazione precostituiti A questa configurazione del processo si è pervenuti attraverso una lenta evoluzione storica che ha elevato a rango costituzionale i principi che lo reggono per cui nel caso in cui le leggi processuali ordinarie siano contrarie a tali principi esse possono essere denunciate alla Corte Cost. Come è noto nel nostro ordinamento non è possibile una denuncia diretta da parte dei cittadini essendo necessaria la valutazione di non manifesta infondatezza della questione da parte del giudice del processo presso il quale la questione sia stata sollevata. I principi fondamentali sono complessi e tra loro interdipendenti, ad es. il divieto del giudice di iniziare il processo d'ufficio è il riflesso dell'esigenza di garantire la sua posizione neutrale la quale a sua volta presuppone che il giudice sia pienamente autonomo e indipendente anche se va detto che egli non può decidere arbitrariamente ma deve rifarsi a canoni di valutazione precostituiti. Hanno direttamente la funzione di garantire la neutralità del giudice le norme che prevedono: 1) il divieto di iniziativa processuale d'ufficio (art 24) 2) la garanzia del giudice naturale (art 25) 3) il divieto di costituire giudici straordinari o speciali (art 102) 4) la soggezione dei giudici alla legge (art 101) Questi principi sono stati rafforzati e ribaditi dall'art 6 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo recepita in Italia con la legge del 48 n. 848. Occorre rilevare che il divieto di iniziativa ufficiosa emerge da un esame controluce della disposizione dell'art 24 cost.

Middle

La legge prevede che i testi hanno il dovere di deporre anche se va detto al riguardo che vi sono dei casi in cui essi possono non deporre o addirittura non devono deporre. Il dovere di deporre si specifica nel dovere di comparire di indicare le proprie generalità di prestare giuramento e di dire la verità. L'assunzione della testimonianza avviene da parte del giudice che interroga i testimoni sui fatti potendo anche rivolgergli tutte le domande che ritiene necessarie e utili per chiarire i fatti medesimi. La qualità di testimone in un giudizio civile può essere assunta solo da chi è terzo rispetto alle parti in causa e non abbia alcun interesse che potrebbe legittimare la sua partecipazione al giudizio. In particolare l'incapacità a testimoniare si identifica con l'interesse a proporre la domanda o a contraddirvi nello stesso giudizio in cui si è chiamati come teste. LA CONFESSIONE La confessione è la dichiarazione fatta dalla parte personalmente o dal suo procuratore speciale, avente ad oggetto la verità di fatti ad essa sfavorevoli e favorevoli all'altra parte (art.2730c.c.). La confessione ha efficacia di prova legale solo se proviene da persona capace di disporre del diritto oggetto del processo (tali non sono il difensore, il sostituto processuale, l'incapace, il fallito ecc.) e se verte su fatti relativi a diritti disponibili altrimenti è liberamente apprezzata dal giudice. In caso di litisconsorzio necessario poi la confessione resa solo da alcuni dei litisconsorti è liberamente apprezzata dal giudice. Nell'ipotesi in cui alla dichiarazione confessoria si accompagna quella di altri fatti o circostanze tendenti a infirmare l'efficacia del fatto confessato ovvero a modificarne o estinguerne gli effetti vige il principio della inscindibilità della dichiarazione: la dichiarazione ha efficacia di prova legale nella sua integrità se l'altra parte non contesta la verità dei fatti o delle circostanze aggiunte altrimenti, in caso di contestazione, la dichiarazione è per intero rimessa al prudente apprezzamento del giudice.

Conclusion

La giurisprudenza generalmente distingue tra a) giudicato interno che è quello che si forma all'interno di uno stesso processo e che può essere rilevato anche d'ufficio in ogni stato e grado del processo, si pensi ad es a quello che si forma su una parte della sentenza quando la parte impugna solo un capo di essa o a quello che si forma su una sentenza non definitiva non impugnata. b) giudicato esterno che è quello che si forma in un diverso processo e che può essere rilevato solo ad istanza di parte LIMITI DELLA COSA GIUDICATA I limiti del giudicato sono oggettivi e soggettivi a) i limiti oggettivi si riferiscono all'oggetto della sentenza e alla causa petendi. La cosa giudicata si forma cioè sull'oggetto della domanda nei limiti della causa petendi (delle ragioni fatte valere in giudizio) cd. giudicato esplicito e non anche sulle eventuali questioni pregiudiziali di merito a meno che le parti non chiedano espressamente ai sensi dell'art 34 l'accertamento incidentale. Al riguardo va però precisato che si suole dire che il giudicato copre non solo il dedotto ma anche il deducibile cioè non solo le ragioni fatte valere in giudizio ma anche quelle che pur non essendo espressamente dedotte costituiscono il presupposto logico e necessario della decisione e che esso investe non solo le statuizioni espresse nel dispositivo ma anche le affermazioni che il giudice fa e che sono il fondamento logico della decisione cd. giudicato implicito b) i limiti soggettivi si riferiscono agli effetti della sentenza. Essa infatti pur dovendo essere riconosciuta da tutti produce effetti nei confronti delle sole parti o loro eredi o aventi causa Per concludere va detto che nel caso di contrasto di giudicati e cioè quando il giudice pronunzia per errore sulla medesima controversia malgrado il giudicato precedente alcuni ritengono che valga la prima sentenza avendo il giudice esaurita la sua funzione mentre la giurisprudenza prevalente ritiene che debba darsi la preferenza alla seconda essendo le parti scontente a tal punto da adire un altro giudice. ?? ?? ?? ?? 2

The above preview is unformatted text

Found what you're looking for?

  • Start learning 29% faster today
  • Over 150,000 essays available
  • Just £6.99 a month

Not the one? Search for your essay title...
  • Over 180,000 student essays
  • Every subject and level covered
  • Thousands of essays marked by teachers
  • Over 180,000 essays
    written by students
  • Annotated by
    experienced teachers
  • Ideas and feedback to write
    your own great essays

Marked by a teacher

This essay has been marked by one of our great teachers. You can read the full teachers notes when you download the essay.

Peer reviewed

This essay has been reviewed by one of our specialist student essay reviewing squad. Read the full review on the essay page.

Peer reviewed

This essay has been reviewed by one of our specialist student essay reviewing squad. Read the full review under the essay preview on this page.