Le Mie Vacanze.

LE MIE VACANZE Quest'estate sono in vacanza a casa della mia nonna nel Kent, nel sud-est dell'Inghilterra.Mi annoio un poco perché guarda la televisione tutto il giorno, e non conosco nessuno nel piccolo villaggio dove abita.L'anno scorso, le mie vacanze furono molto meglio: Sono andata una settimana in Francia in campeggio con la famiglia della mia migliore amica. Sono partita la mattina del primo agosto.Ho preso l'aereo da sola da Bristol, e sono arrivata a Parigi, dove ho incontrato la mia amica. Eravamo molto felici di rivederci. Dopo, abbiamo preso la macchina per andare al campeggio, che era sulla costa. Il tragitto non è stato piacevole.Fu troppo lungo, faceva caldo e soffrivo il mal d'auto. Alle sette, siamo finalmente arrivati e abbiamo montato la tenda. Eravamo tanto stanche che siamo andate a dormire subito dopo aver mangiato. Il giorno seguente, che era venerdi, mi sono alzata di buon'ora. La mattina, la mia amica e io abbiamo visitato il campeggio (era notte quando eravamo arrivati il giorno prima). Era un campeggio magnifico con vista sul mare, e c'era una piscina. Dopo, siamo andati in spiaggia con i genitori di Lucie (è il nome della mia amica). Restammo tutto il pomeriggio per nuotare al mare e prendere il sole. Faceva bel tempo e c'era caldo, ma il mare era molto freddo. Tornando al campeggio, abbiamo comprato gelati alla fragola (avrei preferito

  • Word count: 555
  • Level: GCSE
  • Subject: Modern Foreign Languages
Access this essay

La posizione dell'Italia

La posizione dell'Italia La posizione dell'Italia nel sistema internazionale è definita dalla sua posizione geografica, fattore che porta un Paese a frequenti cambiamenti nel corso del tempo. L'Italia, infatti, si trova in due insiemi geografici e politici: da una parte si affaccia sul Mediterraneo circondato da molte aree continentali, dall'altra parte confina con le aree europee. Questa doppia appartenenza è stata definita in vari modi: da molti è vista come una fonte di opportunità, per altri come una scarsa coerenza con le linee politiche del Paese. Il quadrante mediterraneo non gode di fattori di stabilità. Inevitabilmente l'Italia su questo versante ha avuto dei problemi che hanno apportato una grave instabilità: dall'invasione del Kuwait agli attentati del 2001 e quindi alla guerra contro il terrorismo. Questa instabilità ha avuto ripercussioni anche sull'economia che ha capovolto il posto dell'Italia nel sistema politico internazionale. L'effetto congiunto di questi avvenimenti ha modificato il ruolo della politica estera italiana: il segnale più trasparente lo ha dato la varieta` d'aspetti degli interventi militari all'estero in riferimento al periodo che va dal 1990 ad oggi. Il bacino del Mediterraneo rappresenta un'area strategica e di grande importanza per lo sviluppo economico e sociale dell'Europa e dell'Italia. E` quindi di vitale importanza agire a

  • Word count: 543
  • Level: GCSE
  • Subject: Modern Foreign Languages
Access this essay

La mia scuola

La mia scuola La scuola che frequento si chiama Salisbury high school ed e' a Londra in Edmonton green. Sono appena arrivata in questo citta' da Roma la capitale d'italia e quindi sono nuova da queste parti. Trovo la scuola piuttosto interessante,anche se veramente e' strutturata molto diversamente da quelle italiane. Le lezioni non iniziano alle 9.00 ma alle 8.00 di mattina e non concludono alle 3.30 ma all' 1.40 di pomeriggio, quindi si mangia a casa e si va a scuola anche il sabato. Frequento il year 11 che in italia sarebbe il secondo superiore o liceo, e generalmente abbiamo gli indirizzi appropriati al tipo di carriera che vogliamo farci, come per esempio a Roma, frequentavo l'istituto di ragioneria ed era piuttosto dura. Qui adesso ho molto da studiare perche' la lingua e'inglese e percio' se voglio superare tutti gli esami che quest'anno mi verranno incontro dovro' lavorare molto duro. A mia meraviglia, appena arrivata nella scuola era quella di vedere gli alunni che indossavano uniformi: le ragazze gonne alla scozzese a piege, calzettoni o calze, scarpette nere, camicie, maglioni e cravatte con lo stemma della scuola. I ragazzi lo stesso ma in pantaloni e blazer. Mammamia ero cosi' sorpresa e un po' imbarzzata perche' mi si apparivano come una massa di perfettini e io invece la tipica ragazza rozza romana. In italia invece ci si veste normalmente con i

  • Word count: 514
  • Level: GCSE
  • Subject: Modern Foreign Languages
Access this essay

Lavorare all'estero e` il desiderio di molti giovani di quest'istituzione. Qual' e la tua opinione sull' argomento? Se l' idea ti piace, in quale paese vorresti lavorare e per quanto tempo?

Lavorare all'estero e` il desiderio di molti giovani di quest'istituzione. Qual' e la tua opinione sull' argomento? Se l' idea ti piace, in quale paese vorresti lavorare e per quanto tempo? Oggi giorno, lavorare all'estero, e` diventato qualcosa di veramente normale per noi. Le ragioni per questa decisione sono tante e varie per ogni singola persona, pero hanno tutti, piu` o meno, lo stesso obbiettivo; di raggiungere un livello di vita migliore, riguardo in poce parole, i soldi. In questi tempi, questa 'novita' di andare a lavorare in un altro paese, specialmente qui a Malta, e diventata molto frequente. A Malta, l'impatto e` molto pie forte di peasi come l'Italia o la Franci, perché sinché Malta e` una piccola isola nel Mediterraneo, i cittadini Maltesi hanno una limitata opportunita` di lavoro per lle cause della limitazione della grandezza del paese e per la densa popolazione che si trova. Ma, nell'Italia, troviamo molto piu` opportunita` di lavoro e anche la grandezza del paese. Questa tendeza di lavorare all'estero e` cresciuta da poco tempo, e le maggior cause di questa tendenza sono; il livello di vita si e` molto elevato, e gli stipendi no, dunque c' e` un contrasto, e perché il trasposrto si e` molto sviluppato. In questi giorni trovviamo di tutto, giovani che vanno all'estero solamente per lavorare, giovani che vanno all'estero per continuare a studiare e nel

  • Word count: 501
  • Level: GCSE
  • Subject: Modern Foreign Languages
Access this essay

Buongiorno a tutti gli ascoltatori di Radio 105, oggi una splendida giornata di sole e mi sento pi vicino alla natura del solito, ed per questo che ho deciso di cominciare

Tema Buongiorno a tutti gli ascoltatori di Radio 105, oggi è una splendida giornata di sole e mi sento più vicino alla natura del solito, ed è per questo che ho deciso di cominciare la mia trasmissione di oggi con un argomento che mi sta molto a cuore, il pericolo di estinzione di alcune razza animali, ed una in particolare, perché mi sta' particolarmente simpatica "IL PANDA" (forse perché un po' mi assomiglia). Lo sapevate che sono rimaste poche centinaia di esemplari al mondo ? Ed indovinate un po' chi è il responsabile di tutto questo?...........L'essere umano ovviamente........Vi state chiedendo come questo sia stato possibile, è tutta colpa del nostro egoismo e cecità, l'uomo sta disboscando migliaia di acri di foresta al giorno solo ed esclusivamente per uso proprio senza minimamente preoccuparsi delle conseguenze, e saranno davvero brutte se non ci decidiamo a fare qualche cosa subito, volendo essere onesti siamo già in ritardo, per esempio ricordate il "Dodo" è un animale estinto già da diversi anni, la nostra generazione ha imparato a conoscerlo attraverso i cartoni animati, anche per quanto riguarda il Panda esisteva un cartone animato che amavo molto quando ero piccolo si intitolava un Panda per amico, spero solo che i miei figli non debbano conoscere il Panda solo attraverso un cartone animato. Che futuro stiamo preparando ai nostri figli? Un futuro di

  • Word count: 419
  • Level: GCSE
  • Subject: Modern Foreign Languages
Access this essay

La Guerra

Da sempre la guerra è nemica giurata dell'infanzia, poiché con il suo carico di lutti e distruzioni interrompe tragicamente l'età in cui un essere umano ha un bisogno assoluto dell'affetto e della protezione da parte del mondo adulto. L'infanzia viene rubata ogni giorno ai bambini asiatici, africani, latinoamericani. A sette, dieci, dodici anni, la loro guerra non è un gioco, non è virtuale come quella di altri bambini, è quella vera, terribile, lastricata di odio, morte, sangue, atrocità. Bambini senza ricordi, con gli sguardi vuoti, o allucinati dalle droghe. Un aspetto preoccupante, nel rapporto fra guerra ed infanzia è quello che vede i bambini protagonisti in prima linea degli eventi bellici: è il cosiddetto fenomeno dei bambini soldato. Sono più di 300000 i minori ad essere impiegati nei conflitti armati nel mondo e sebbene la maggior parte di loro sia in fascia adolescenziale, sono sempre più numerose le reclute in tenerissima età. Alcuni sono soldati a tutti gli effetti, mentre i più piccoli vengono introdotti alla vita militare come portatori di munizioni, rifornimenti... Anche le ragazze, sebbene in misura minore, vengono reclutate bambini venendosi a trovare in un ambiente che le vede vittime sistematiche di ogni genere di sopruso. Per i ragazzi che sopravvivono alla guerra e non hanno riportato ferite, le conseguenze sul piano fisico sono comunque

  • Word count: 414
  • Level: GCSE
  • Subject: Modern Foreign Languages
Access this essay

Holidays. Normalmente, preferisco le vacanze allestero in America per due settimane.

Italian writing GCSE - Holidays Normalmente, preferisco le vacanze all’estero in America per due settimane. Mi piace questo tipo di vacanza perchè è tranquilla e interessante. Io di solito andare in vacanze con mia madre, mio padre, mia nonna e mia sorella. Quando mia sorella viene con noi sono contenta perchè è normalmente simpatica. Di solito, io viaggio in aereo con la mia famiglia perchè è rapido e pratico. Noi, di solito, partiamo la mattina presto per arrivare all’aeroporto quindi siamo sempre stanchi quando arriviamo in America. In vacanza, mi piace abbronzarmi sulla spiaggia e quando fa troppo caldo io nuoto. Qualche volta io gioco a pallavollo con mia sorella per passare il tempo. Mi piace andare nei parchi dei divertimenti perchè trovo le montagne russe esilaranti e divertenti. In cibo Americano è sempre in grandi porzioni e delizioso. Qualche anno fà, sono andata in vacanza in Italia a Sorrento. Sono andata con mia madre, mio padre e mia sorella. Abbiamo dormito in un albergo picco sul mare. Era bellisimo, pittoresco e mozzafiato. Ho viaggiato in aereo quale che era in ritardo. Mentre eravamo in Italia, siamo andati alla picola isola di capri con il traghetto e ho continuato una gita in barca in giro per l'isola mentre stavamo facendo le foto di un paesaggio straordinario. Era molto bella. Verso la fine della vacanza abbiamo scalato il Vesuvio. Era

  • Word count: 365
  • Level: GCSE
  • Subject: Modern Foreign Languages
Access this essay

Italian Holiday. Qualche anno f, sono andata in vacanza in Italia a Sorrento.

Qualche anno fà, sono andata in vacanza in Italia a Sorrento. Mi piace questo tipo di vacanza perchè è tranquilla e interessante. Io di solito andare in vacanze con mia madre, mio padre, mia nonna e mia sorella. Quando mia sorella viene con noi sono contenta perchè è normalmente simpatica. Ma quest'anno sono andata con mia madre, mio padre e mia sorella. Ho viaggiato in aereo quale che era in ritardo. Io viaggio in aereo con la mia famiglia perchè è rapido e pratico. Noi partiamo la mattina presto per arrivare all’aeroporto quindi siamo sempre stanchi quando arriviamo in Sorrento. Abbiamo dormito in un albergo picco sul mare. Era bellisimo, pittoresco e mozzafiato. Normalmente, in vacanza, mi piace abbronzarmi sulla spiaggia e quando fa troppo caldo io nuoto. Qualche volta io piace gioco a pallavollo con mia sorella per passare il tempo. Mi piace andare nei parchi dei divertimenti perchè trovo le montagne russe esilaranti e divertenti. In cibo Italia è sempre in grandi porzioni e delizioso. Mentre eravamo in Italia, siamo andati alla picola isola di capri con il traghetto e ho continuato una gita in barca in giro per l'isola mentre stavamo facendo le foto di un paesaggio straordinario. Era molto bella. Verso la fine della vacanza abbiamo scalato il Vesuvio. Era una giornata calda che ha reso difficile l'arrampicata ma ne valeva la pena una volta raggiunto

  • Word count: 348
  • Level: GCSE
  • Subject: Modern Foreign Languages
Access this essay

La grandezza della Famiglia

La grandezza della famiglia La grandezza della famiglia è una questione importante nella nostra societá. Nella mia situazione io sono un figlio unico. Essere un figlio unico è considerato vantaggioso per alcune persone e svantaggioso per altri. Sebbene ha alcuni vantaggi come più attenzione intera dai genitori, nessuna rivalità tra fratelli e più benefici materiali, ha anche i suoi svantaggi come un'infanzia solitaria e il rischio di diventare una persona egoistica quando cresce. I vantaggi di essere un figlio unico possono essere entrambi vantaggi materialistici e anche vantaggi psicologici. Il primo riguarda i benefici che il bambino prende più come nel caso di genitori che compra più regali al loro figlio unico poiché l'ultimo riguarda l'attenzione intera dei genitori e l'inesisistenza di rivalità tra fratelli. Essere un figlio unico significa anche che uno può avere la sua propria stanza e che uno non deve dividere niente con qualcuno altro. Gli svantaggi di essere un figlio unico possono essere divisi in due sottocategorie: materialistici e psicologici. Quelli materialistici sono che il bambino potrebbe crescere viziato perché lui prenderà molti presenti dalla famiglia intera ed attrae più attenzione. Conseguentemente, questo provocherà le cattive maniere del bambino. In conseguenza, tale persona vedrà probabilmente il suo o i suoi genitori come un

  • Word count: 314
  • Level: GCSE
  • Subject: Modern Foreign Languages
Access this essay

Buongiorno, Sono Matthew Juniper e vorrei parlare del sistema scolastico ed universitario Italiano.

Buongiorno, Sono Matthew Juniper e vorrei parlare del sistema scolastico ed universitario Italiano. In Italia e obbligatorio ad andare a scuola da sei anni fino a quattordici. I primi cinque anni sono alla scuola elementare che e suddivisa in due cicli di due e tre anni. Alle fine dei due cicli ci sono gli esami, e dopo gli esami del quinto anno, gli studenti ricevano la licenze elementare. La seconda phase della scuola obbligatorio si fa nella scuola media, per tre anni. La scuola media offre due canali agli studenti, di cui il primo portava all'accesso nelle scuole secondarie e l'altro all'accesso nel mondo del lavoro. Dopo il terzo anno, gli studenti fanno un esame e ricevano la licenza media. Finisce qui, per la legge Italiana, la scuola dell'obligo. Benche la scuola sia d'obbligo da sei anni, I genitori di tani studenti mandano i lori figli alla scuola materna, per tre anni prima di iniziare la scuola elementare. Questo egestito prevalentamente da operatori privati e strutture catoliche. Dopo la scuola media inferiore, gli studenti possono andare alla scuola media superiore. Questa scuola offre molte possibilita di scelta e lo studente puo seguire le sue attitudini. Ci sono vari tipi di liceo e molte scuole professionali. I tre tipi di liceo sono il liceo classico, che e composto da due anni ginnasio e tre anni di liceo, il Liceo scientifico e liceo artistico, che

  • Word count: 309
  • Level: GCSE
  • Subject: Modern Foreign Languages
Access this essay