• Join over 1.2 million students every month
  • Accelerate your learning by 29%
  • Unlimited access from just £6.99 per month
Page
  1. 1
    1
  2. 2
    2
  3. 3
    3
  4. 4
    4
  5. 5
    5
  6. 6
    6
  7. 7
    7
  8. 8
    8
  9. 9
    9
  10. 10
    10
  11. 11
    11
  12. 12
    12
  13. 13
    13
  14. 14
    14
  15. 15
    15
  16. 16
    16
  17. 17
    17
  18. 18
    18
  19. 19
    19
  20. 20
    20
  21. 21
    21
  22. 22
    22
  23. 23
    23
  24. 24
    24
  25. 25
    25
  26. 26
    26
  27. 27
    27
  28. 28
    28
  29. 29
    29
  30. 30
    30
  31. 31
    31
  32. 32
    32
  33. 33
    33
  34. 34
    34
  35. 35
    35
  36. 36
    36
  37. 37
    37
  38. 38
    38
  39. 39
    39
  40. 40
    40
  41. 41
    41
  42. 42
    42
  43. 43
    43
  44. 44
    44
  45. 45
    45
  46. 46
    46
  47. 47
    47
  48. 48
    48
  49. 49
    49
  50. 50
    50
  51. 51
    51
  52. 52
    52
  53. 53
    53
  54. 54
    54
  55. 55
    55
  56. 56
    56
  57. 57
    57
  58. 58
    58
  59. 59
    59
  60. 60
    60
  61. 61
    61
  62. 62
    62
  63. 63
    63
  64. 64
    64
  65. 65
    65
  66. 66
    66
  67. 67
    67
  68. 68
    68
  69. 69
    69
  70. 70
    70
  71. 71
    71
  72. 72
    72
  73. 73
    73

La Politica Ambientale: L'Evoluzione Storica

Extracts from this document...

Introduction

CAPITOLO I LA POLITICA AMBIENTALE: L'EVOLUZIONE STORICA 1. La "Questione Ambientale" a) Il concetto di "Qualit� Ambientale" Il concetto di ambiente presenta alcuni caratteri di ambiguit�, a causa dei numerosi e differenziati contesti in cui tale termine pu� essere utilizzato. Se nel linguaggio corrente esso assume dei toni prevalentemente naturalistici, nelle varie discipline pu� essere usato con significati diversi. Gli obiettivi di questo lavoro esulano dal trattarne le varie "Categorie Descrittive"[1][1],facendo riferimento a un concetto di ambiente inteso soprattutto come habitat[2][2], o come "punto di intersezione tra societ� e sistema naturale"[3][3], in cui si pone l'accento sul rapporto uomo-contesto ambientale. Proprio da queste definizioni discende che i problemi ambientali ai fini della "policy" non hanno un'esistenza oggettiva in s�, ma solo nella misura in cui la societ� ne percepisce l'esistenza e avverte l'esigenza di un intervento. Molto pi� importanti ai fini del prosieguo di questo lavoro sono gli elementi che caratterizzano la qualit� ambientale: Rarit�. E' definita come una condizione di scarsa disponibilit� di un determinato elemento all'interno di un ecosistema ( talvolta il termine pu� essere sostituito con quello di scarsit�). La rarit� pu� essere riferita sia alle specie animali che vegetali in relazione con la scala del territorio esaminato. Tale concetto non � stabile nel tempo, dipende cio� dalla velocit� di utilizzazione degli elementi o dal loro risparmio, o ritrovamento in zone ancora inesplorate. Biodiversit� o diversit� biologica. Con tale termine si intende la totalit� dei patrimoni genetici, delle specie e degli ecosistemi presenti sulla terra. E' stata definita nel 1992 alla Convention on Biological Diversity come la "mutevolezza tra tutti gli organismi viventi e tutte le risorse terrestri e marine"[4][4], riferendosi non solo alla variet� tra le specie ma anche alla variazione genetica dentro e tra le specie. Compito abbastanza arduo nel trattare questo concetto � la misurazione il cui metodo pi� semplice � quantificare il numero di specie identificabili in un campione rappresentativo della comunit�[5][5]; sono stati proposti numerosi indici di diversit� che permettono di calcolare la distribuzione delle specie a ogni scala territoriale. ...read more.

Middle

Il programma adotta una nuova impostazione della politica ambientale comunitaria, fondata sui seguenti principi: � adozione di un'impostazione globale e volontaristica, nei confronti dei vari operatori e delle attivit� che hanno un impatto sulle risorse naturali o danneggiano l'ambiente; � volont� di cambiare le tendenze e le pratiche nocive per l'ambiente, della generazione attuale e di quelle future; � favorire i cambiamenti di comportamento nella societ�, grazie all'impegno di tutti gli interessati (poteri pubblici, cittadini, consumatori, imprese, ecc.); � determinazione del principio della condivisione delle responsabilit�[61][60]; � uso di nuovi strumenti ambientali; � modifica dell'atteggiamento generale della collettivit� per quanto riguarda il consumo e il comportamento[62][61]; � approfondimento della cooperazione internazionale: sviluppo delle iniziative comunitarie, intensificazione della cooperazione. Per quanto riguarda gli strumenti, si adotta un sistema misto cio� un tipo di programmazione in cui gli strumenti regolamentativi del tipo command and control sono affiancati e completati da altri strumenti di politica ambientale basati sulla responsabilit� e iniziativa volontaria dei soggetti: � strumenti amministrativi (autorizzazioni, rispetto di standard, di metodologie, di procedure, etc.); � strumenti economici (tasse ambientali, incentivi, sgravi fiscali, etc.); � strumenti informativi (etichetta ambientale, liste degli inquinatori, dichiarazioni ambientali delle imprese, etc.), che incidono sull'immagine dei prodotti e delle imprese, oppure incoraggiano determinati comportamenti; � strumenti negoziali e volontari (accordi di programma fra le amministrazioni pubbliche e le imprese, programmi di compatibilit� ambientale volontariamente attivati dalle imprese). Fondamentale innovazione apportata � il regolamento "EMAS" (Environmental Management and Audit Scheme). strumenti orizzontali di sostegno: miglioramento dell'informazione e delle statistiche ambientali (necessit� di nomenclature, norme, criteri e metodi paragonabili), promozione della ricerca scientifica e dello sviluppo tecnologico, miglioramento dell'assetto del territorio, dell'informazione del pubblico (sviluppo di basi dati) e della formazione professionale; meccanismi di sostegno finanziario: programma Life, Fondi strutturali, Fondo di coesione, prestiti della BEI. Il programma sottolinea l'importanza dell'intervento comunitario in alcuni settori principali. Tale impostazione costituisce il pi� efficace metodo di affrontare i problemi cui si trova confrontata la Comunit�. ...read more.

Conclusion

[167][77] L'industria deve puntare ad una maggiore efficienza energetica, prefiggendosi almeno l'aumento annuale dell'1% previsto nel piano di azione dell'Unione europea sull'efficienza energetica; [168][78] Libro verde sullo scambio dei diritti di emissione di gas ad effetto serra all'interno dell'Unione europea, COM (2000) 87 def. [169][79] Direttiva del Consiglio 96/82/CE sul controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose. [170][80] L'"European Landscape Convention", adottata dalla commissione ministeriale del Consiglio d'Europa il 19 luglio 2000, � stata firmata il 20 ottobre 2000 da 18 paesi nel corso di una riunione ministeriale a Firenze. [171][81] Consiste nell'identificazione delle aree naturali e degli ecosistemi pi� rappresentativi, che necessitano di tutela e gestione; [172][82] Da sottolineare l'istituzione del nuovo registro europeo delle emissioni inquinanti (EPER) previsto dalla direttiva sulla prevenzione e riduzione integrata dell'inquinamento che sar� estremamente utile nel fornire informazioni ambientali accessibili e confrontabili in materia di emissioni di inquinanti da fonti industriali. [173][83] Strategia tematica comunitaria sull'uso sostenibile dei pesticidi. Tra i probabili componenti di questa: - minimizzazione dei rischi derivanti dall'uso di pesticidi, che dipendono in primo luogo dalla tossicit� delle sostanze, e verifica dei progressi; - miglior controllo dell'uso e della distribuzione degli anticrittogamici; - sostituzione dei principi attivi pi� pericolosi con principi attivi pi� sicuri, comprese le alternative non chimiche; - sensibilizzazione e informazione degli utilizzatori; - promozione dell'adozione di tecniche agricole ad impiego basso o nullo di anticrittogamici e dell'uso di tecniche e di lotta biologica integrata (IPM); - promozione di regimi fiscali che disincentivino l'uso degli antiparassitari pi� pericolosi, come un'imposta sui pesticidi; - subordinare l'erogazione dei fondi di sviluppo rurale all'adozione del codice di buone pratiche sull'uso dei pesticidi. - Ratifica della Convenzione di Rotterdam - Modifica del regolamento comunitario n. 2455/92 relativo alle esportazioni e importazioni comunitarie di taluni prodotti chimici pericolosi - Sviluppo e completa attuazione dei programmi comunitari volti a migliorare la gestione delle sostanze chimiche ed anticrittogamiche nei paesi in via di sviluppo e candidati all'adesione, anche per l'eliminazione delle giacenze di antiparassitari obsoleti. - Supporto alle iniziative di ricerca mirate alla riduzione e all'uso sostenibile dei pesticidi. ...read more.

The above preview is unformatted text

This student written piece of work is one of many that can be found in our University Degree Italian section.

Found what you're looking for?

  • Start learning 29% faster today
  • 150,000+ documents available
  • Just £6.99 a month

Not the one? Search for your essay title...
  • Join over 1.2 million students every month
  • Accelerate your learning by 29%
  • Unlimited access from just £6.99 per month

See related essaysSee related essays

Related University Degree Italian essays

  1. OFFA NELLA BATTAGLIA DI MALDON

    casa lontana, tornati in patria salvi, o sarebbero entrambi caduti, trafitti dalle ferite, in mezzo alla battaglia".2 In generale il poema � organizzato secondo una struttura speculare, in cui ogni azione viene riflessa in maniera consequenziale o contrastante: agli ordini di B.

  2. Assess the political and cultural impact of the Napoleonic Era in Italy between 1796 ...

    In 1806 Napoleon introduced his civil code in Italy, followed closely by the commercial code in 1808 and finally, the slow introduction of the criminal code between 1807 and 1810 in modified form and without juries. In 1810 Napoleon insisted on the introduction of his criminal code in full and in its original form.

  1. Antigone - Notizie sull'autore, Riassunto dell'opera, Personaggi principali

    Sviluppo: Una delle due figlie di Edipo, Antigone, prende la decisione di dare ad ogni modo gli onori funebri al fratello Polinice. Colta in flagranza di reato da una guardia, la donna viene rinchiusa con pochi viveri in una grotta, dove si suicida impiccandosi col suo velo.

  2. Note Finanziarie a cura di Francesco Ceci.

    Il modello � tuttavia soggetto alle seguenti restrizioni: (a) i mercati sono perfetti e non vi sono costi di transazione; (b) i prezzi sono "continui" (cio� non vi sono "salti" o "gaps" di qualsiasi tipo) e governati da un processo stocastico tipo "random walk"; (c) la volatilit� dello strumento finanziario sottostante � costante; (d)

  1. Strategický management.

    V�choz�m bodem strategick�ho pl�nov�n� a urcit�m predstupnem strategick�ho pl�nu je formulov�n� vize podniku. Vize podniku vyjadruje, jak�ch hlavn�ch c�lu chce podnik dos�hnout a v cem vid� sv� posl�n� ve vztahu k cel� spolecnosti. Vize by mela by b�t jak�msi kompasem ve�ker� jeho budouc� cinnosti.

  2. Teorija.io projekto tikslas be abejo yra pagilinti kainodaros organizavimo įmonėje inias, įsigilinti į kainodaros ...

    3. Trumpalaikis apyvartos maksimizavimas. Maksimalu apyvartuma stimuliuojanti kaina parenkama tada, kai preke yra gaminama kooperacijos pagrindu ir gamybos ka�tu struktura bei lygi yra sunku nustatyti. Del to laikoma, kad pakankama nustatyti tik paklausa. �i tiksla igyvendinant, komisiniu procentas tarpininkams yra nustatomas nuo pardavimu dyd�io.

  1. Posledice poplava u Evropi na poslovanje osiguravajuæih kompanija.

    Osiguravajuca industrija je u stanju da isplati �tete promptno cak i u slucaju da katastrofa pogodi velika podrucja i mnoge ljude. Zbog svih navedenih razloga, privatno organizovano osiguranje je efikasnije od dr�avnog. Dr�avna obaveza treba da bude stvaranje osnovnih preduslova koji su neophodni za sveobuhvatno osiguravajuce pokrice.

  2. Italian literature analysis - Roberto Saviano Gomorra, Italo Calivno Il Sentiero dei ...

    Questo si vede anche nel libro di Saviano. Saviano spiega la struttura e l'attivita principale della stessa mafia di cui lui faceva parte, ma i libro resta informativo. Saviano usa anche molto citazione di differenti anni, che non seguono in ordine cronologico.

  • Over 160,000 pieces
    of student written work
  • Annotated by
    experienced teachers
  • Ideas and feedback to
    improve your own work